Il tumore della prostata: nuovi approcci organizzativi, diagnostico-terapeutici e farmacologici



Dati Corso
Iscrizione:
Non sei iscritto
Data Iscrizione:
ID Agenas:
265938
Costo €:
Gratuito
Costo Promozionale €:
Gratuito
Durata (Ore):
9,00
Crediti ECM:
9,00
Responsabile del corso:
Dott. Sebastiano Di Lena
Sponsor:
JANSSEN, FERRING
Partner:
Tutoraggio:
Periodo di validità:
Dal 14/09/2019 08:00 Fino al 31/12/2019 23:44

Il tumore alla prostata è una patologia che incide moltissimo sul vissuto, come il tumore al seno: ma se le donne sono più abituate ad occuparsi della propria salute e a parlare con i medici, gli uomini sono meno inclini alla prevenzione. La prostata non deve essere più un tabù e nell'uomo deve aumentare la consapevolezza che le buone abitudini sono alla base della conoscenza del proprio corpo.

Scheda Corso


Farmacista, Infermiere, Medico chirurgo (Tutte le discipline) Psicologo

Nell’ultimo decennio l’innovazione tecnologica e i nuovi approcci terapeutici, farmacologici e osservazionali hanno portato a importanti evoluzioni e cambiamenti, riassumibili in 4 punti: 1. Diagnosi precoce: dopo anni di dibattito e studio intorno all’utilità del PSA nello screening tumorale, a livello europeo si considera l’esame periodico del PSA dai 50 anni in poi (40 anni in caso di familiarità) un’importante misura preventiva che va adattata ai fattori di rischio del singolo paziente. 2. I nuovi strumenti per la diagnosi e la stadiazione: oggi si dispone della risonanza magnetica multiparametrica, un esame sofisticato e complesso che permette di evidenziare le aree sospette meritevoli di accertamenti bioptici mirati e di guidare il campionamento della prostata durante la biopsia in tecnica di fusione. 3. Le opzioni terapeutiche: a seconda delle caratteristiche della malattia il paziente può scegliere tra diverse opzioni terapeutiche e osservazionali: chirurgia, radioterapia esterna, brachiterapia, sorveglianza attiva, vigile attesa e farmaci ormonali, chemioterapici, terapia radiometabolica e immunoterapici innovativi. 4. L’approccio multidisciplinare: a fronte del variegato scenario terapeutico e osservazionale il paziente deve essere messo a conoscenza delle opzioni e dei relativi effetti collaterali. Diventa quindi fondamentale l’apporto del team multidisciplinare e multiprofessionale che, a seconda delle fasi di malattia, interviene nel percorso del paziente. La sinergia di urologi, oncologi radioterapisti, oncologi medici, psicologi, patologi, radiologi ma anche andrologi, esperti di tecniche riabilitative, terapie di supporto e terapie palliative permette di mettere il paziente al centro del percorso di cura.

Il carcinoma prostatico è divenuto, nell’ultimo decennio, la neoplasia più frequente nella popolazione maschile nei Paesi occidentali, e rappresenta oltre il 20% di tutti i tumori diagnosticati a partire dai 50 anni di età. In Italia si stimano 458.000 persone con pregressa diagnosi di carcinoma prostatico, circa il 30% dei maschi con tumore; oltre 14 milioni di uomini sono a rischio per fascia d’età, familiarità o altri fattori, e solo per il 2018 sono stimate circa 35.000 nuove diagnosi, 100 nuovi casi al giorno (Fonte: Rapporto Aiom-Airtum 2018). La diagnosi precoce porta il 95% dei pazienti asintomatici a scoprire il tumore alla prostata con 10 anni di anticipo, aumentando notevolmente la possibilità di sconfiggerlo; secondo l’European Randomized study of Screening for Prostate Cancer (ERSPC) la prevenzione riduce del 20% il rischio di morte. C’è un gap molto elevato tra gli uomini e le donne rispetto alla consapevolezza del rischio di sviluppare una patologia cancerogena e dell’importanza della prevenzione; tuttavia si possono riscontrare dei parallelismi tra il carcinoma alla prostata e quello al seno, entrambi legati a squilibri ormonali e dalla forte incidenza nella vita personale e sessuale dei pazienti

2 - Linee guida - protocolli - procedure

Satagroup srl

Via Fiume 18-20-22 - 74121 TARANTO

Provider Standard ECM n. 434 dal 4 Marzo 2015
Sistema di gestione per la qualità secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015 per la progettazione ed erogazione di servizi di formazione continua in sanità.
LL-C Certification Italy 4675 - Organizzazione di corsi di formazione ed eventi ECM per le aziende sanitarie, sociosanitarie e per gli operatori della sanità. Marketing e comunicazione. Servizi di consulenza aziendale per lo sviluppo di sistemi di gestione organizzativa e del lavoro. Servizi di Clinical Research Organization e Pubblicazioni Scientifiche.
Questa attività corrisponde al NACE CODE: 85 Education, 70 Activities of head offices; management consultancy activities, 86 Human health activities

Contatti
 

 

Fatturazione Elettronica
 
© Copyright 2017 SATA GROUP - Tutti i diritti riservati - P.IVA 02735710739 - Privacy Policy Designed by NeaLogic